• May 20, 2017 /  Salute

    Alcune recenti scelte alimentari per altro sempre più crescenti, con particolare riferimento per quelle vegetariane e vegane, nei soggetti che seguono questo tipo di alimentazione possono incorrere in carenze di l-carnitina.

    In genere chi sceglie la filosofia vegan si alimenta di soli vegetali, quindi in prevalenza verdure e frutta, questo di solito è motivato da una scelta etica e che spesso può arrivare a compromettere la salute se non adeguatamente bilanciata e completa di tutti i nutrienti.

    Questa proprietà, la l-carnitina si trova in prevalenza nelle carni, specie in quella di manzo, ma anche in altri tipi di carne e derivati come il latte e formaggi anche se in forma minore. Solo alcuni tipi di alimenti vegetali ne contengono, come ad esempio l’avocado e gli asparagi cotti, ma sono inferiori di almeno 100 volte rispetto alla carne.

    Etica ma anche salute

    Per questo chi sceglie di non mangiare più carne né derivati, entro breve tempo potrebbe ritrovarsi con una carenza di l-carnitina, e questo non va assolutamente bene perché questo elemento è importante per i muscoli e soprattutto per l’apparato cardiaco!

    In questi casi una carenza potrebbe compromettere la salute e indebolire i soggetti che non ne assumono a sufficienza, l’etica è una nobile causa, ma questa non deve compromettere la salute degli individui, quindi chi fa questa scelta deve poi assumerne con degli integratori per evitare pesanti carenze.

    La l-carnitina è molto importante per l’organismo, infatti, non assumerne in quantità adeguate può condurre a problemi di salute che possono avere effetti collaterali anche gravi!

    Posted by admin @ 7:12 am

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Wordpress website enhanced by true google 404