Vederci bene ma con stile

La maggior parte delle persone al mondo ha disturbi visivi che prevedono l’uso di dispositivi ottici professionali, siano lenti a contatto o occhiali. Viene da chiedersi perché sia sempre così difficile destreggiarsi in un negozio di ottica allora! In realtà la risposta è molto semplice: le alternative quando bisogna scegliere gli occhiali sono davvero tantissime. È semplicissimo quindi andare in confusione! Vediamo di fare un po’ di ordine.

Il primo passo nella scelta degli occhiali: inizia sempre con la Rx

Ogni volta che devi selezionare una nuova montatura, è sempre corretto iniziare guardando la prescrizione. Se si dispone di una prescrizione semplice, potrebbe non essere necessario preoccuparsi troppo anche del tipo di montatura, ma per coloro che hanno una mancanza superiore a più o meno 2 diottrie, la scelta della montatura avrà un’influenza diretta sia sulla corretta funzione degli occhiali, che sul peso e sull’aspetto estetico. Il resto dipenderà poi dal tipo di difetto visivo.

La maggior parte delle persone al mondo ha disturbi visivi che prevedono l’uso di dispositivi ottici professionali, siano lenti a contatto o occhiali.

Tipo di occhiali a seconda della funzione ottica

Il tipo di disturbo è un’altra delle cose da dover considerare con attenzione quando si scelgono gli occhiali.

Essendo Miopi ad esempio, generalmente avremo bisogno lenti con 3 caratteristiche distinte:

  • Spessore sul bordo esterno della lente e centro sottile
  • Curva della superficie anteriore più piatta (nota anche come curva di base)

Inoltre, questo difetto fa sembrare l’occhio di chi lo indossa più piccolo di quanto non sia in realtà quindi, anche a livello estetico dobbiamo fare conto di queste caratteristiche. A causa dell’aumento dello spessore sui bordi dovuto alle specifiche della lente, la forma rotonda è l’ideale. Ma poiché non a tutti piacciono le forme rotonde, possiamo optare per occhiali rettangolari con angoli arrotondati.

​L’ipermetropia invece, prevede generalmente lenti che abbiano:

  • Spessore al centro della lente e bordi sottili
  • Curva della superficie anteriore più ripida (nota anche come curva di base)

Questo disturbo fa sembrare gli occhi di chi li indossa più grandi di quanto non siano in realtà

Ogni volta che devi selezionare una nuova montatura, è sempre corretto iniziare guardando la prescrizione.

Con la concentrazione dello spessore al centro della lente, una montatura fine aiuterà molto, ma la maggior parte del peso e dello spessore dovrà essere gestita direttamente dal materiale della lente.

Passiamo poi agli occhiali adatti alla presbiopia

La presbiopia è anche nota come ipermetropia correlata all’età e in genere inizia intorno ai 40 anni.​ I nostri occhi normalmente si adattano a mettere a fuoco oggetti da vicino, ma con l’avanzare dell’età questo diventa più difficile. 

Dovrai scegliere tra queste 4 opzioni di occhiali:

  • progressivi
  • Bi-focali
  • Trifocali
  • Occhiali da lettura in visione singola

Per la presbiopia è bene evitare le montature a superfice estesa quando si decide per i multifocali: un ottico infatti, di solito, può inserire una lente multifocale in quasi tutte le cornici, ma ti consigliamo di evitare forme che hanno una ridotta altezza verticale. Come guida generale, prova a selezionare una forma che abbia altezza verticale di almeno 30 mm. Questo accorgimento consentirà di avere spazio sufficiente per la parte di lettura a distanza, intermedia e messa a fuoco a distanza ridotta.

La selezione di una montatura è sicuramente la parte più difficile per chi acquista gli occhiali ma anche quella più complicata per il negozio di ottica che ti segue e ti consiglia negli acquisti.

Se invece preferisci per occhiali da lettura con lenti singola, puoi scegliere montature da occhiali piccole quanto vuoi. Va comunque detta una cosa: tieni presente che più piccola sarà la montatura, meno vincoli avrai sull’occhio quando leggi e questa è una caratteristica che da spesso fastidio a moltissime persone.

YouTube video

Il dilemma dell’estetica nell’ ottica: il tipo di montatura per occhiali

La selezione di una montatura è sicuramente la parte più difficile per chi acquista gli occhiali ma anche quella più complicata per il negozio di ottica che ti segue e ti consiglia negli acquisti. Le considerazioni che abbiamo fatto finora sono, infatti, a carattere puramente fuzionale, con un piccolissimo accorgimento sull’estetica (quello relativo alla percezione esterna dell’occhio coperto dalla lente).  Che tu faccia acquisti online o in un negozio, probabilmente ti troverai di fronte a una quantità apparentemente infinita di opzioni. Le cose che secondo noi non puoi fare a meno di considerate, una volta trovato il tipo di lente corretta sono:

  • il peso del materiale e quanto lo senti comodo: se devi portare gli occhiali tutto il giorno questo sarà un fattore molto importante
  • il tipo di materiale utilizzato, nel caso in cui tu faccia una vita estremamente attiva, avrai bisogno di materiali molto resistenti
  • come ti senti.

È infatti inutile spendere parole sulla scelta della montatura perfetta se poi non ti ci vedi bene. Scegli soprattutto in base a quello.

Articoli della stessa categoria:

    Nessuno trovato